Anche a rischio di apparire banali, non possiamo esimerci dal ribadire che Marcello Marciani (Lanciano, 1947) sia uno tra gli autori più interessanti, meno riducibili a una qualche categoria, e tra i più originali della scena contemporanea. Il nuovo, prezioso libro di poesia, conferma le qualità e le doti di acuto, attento, elegante versificatore. Un ampio repertorio di strutture e figure messo in campo rende contezza di un faber pienamente consapevole della strumentazione, tra tradizione e innovazione . . . i riferimenti e le risonanze dotte, ovviamente, si sprecano, dalla letteratura alla filosofia, dalla teosofia all’astronomia, dal mondo greco fino alle Metamorfosi di Ovidio che inizia la sua opera enunciando la teoria della creazione dell’universo e l’origine del mondo dal Caos primigenio: il tutto, in un continuo movimento cosmico, degli elementi, e della inesausta trasformazione o metamorfosi della natura. (Dalla Postfazione di Manuel Cohen)

 

L'Autore:

Marcello Marciani è nato e risiede a Lanciano (Chieti). Fra le sue varie opere in versi, si ricordano: Body movements, con traduzione inglese a fronte di Amelia Rosselli (Gradiva Publications, Stony Brook-New York 1988), Caccia alla lepre (Moby Dick, Faenza 1995), Per sensi e tempi (Book, Castelmaggiore 2003), Nel mare della stanza (LietoColle, Faloppio 2006), La corona dei mesi (ivi, 2012), Rasulanne (Cofine, Roma 2012), Monologhi da specchio (Robin, Torino 2017). Molti suoi testi in dialetto frentano sono stati eseguiti negli spettacoli Mar’addó’ (1998-1999) e Rasulanne (2008-2012), dove ha partecipato anche come attore. Dal 1988 al 2008 è stato segretario-organizzatore del Premio Nazionale “Lanciano-Mario Sansone” di poesia dialettale. Ha vinto premi letterari, fra cui “Matacotta”, “Noventa”, “Penne”, “IschitellaPietro Giannone”, “Salva la tua lingua locale”, “Poesia Onesta”, “Gozzano”. Suoi componimenti in versi e testi critici sono presenti in riviste e antologie italiane e statunitensi.

Rovistamenti

€15.00Prezzo